mercoledì 30 giugno 2010

50!

Oh ma guarda che cosa strana.
49 post a giugno.

Ma no facciamo cifra tonda.
Un piccolo link con posterello scolastico.

Che poi l'ho anche segnalato su twitter quel post, pare brutto non farlo sul blog no?

Andate sul link, niente interrogazioni, parola.
Buona lettura.

E buonanotte.

Non tutto...

...mi diverte.

Su certe cose sono pesante.
Ne hanno avuto la prova questa sera sul forum di CM.
Quella che per molti, magari per tutti, era una divertente parodia a me ha fatto venire il voltastomaco.
E non sono stata capace di tenermelo per me.

Ho dovuto dirlo, anche se per tutti era una cosa da ridere.
Io a ridere con quel soggetto a fare da sfondo proprio non ce la facevo.
Eh si che mi sarebbe bastato poco, far finta di non aver visto, tacere, ignorare.
In fondo chi sono io per giudicare il senso dell'umorismo altrui, quando sul mio blog ho un'etichetta che di nome fa TM(Trovate Macabre) e ci vado giù assai pesante?

Semplice son il bue che da del cornuto all'asino.
Ergo... ho notato la pagliuzza altrui, ma non ho tenuto conto della trave che tengo nel mio blog, e pure in bella vista.

Pazienza.


Ah volete sapere cosa non mi ha fatto ridere?
Ma no, io i dettagli non li metto.
Non ne sentirete la mancanza.
Fidatevi, o fatevi un giretto nel forum.

Non è difficile da trovare.
Basta leggere tutti i post qui sopra.
Al link intendo. Non sul mio blog.

A che ti serve twitter?

Mi ha domandato un amica quando ha notato che ne parlo spesso sul blog.

Allora punto primo era giusto un giochino per il fatto di leggere quello che dicevano gli attori del mio telefilm preferito, specie quelli che lo usano poco.
Un gioco e niente più.

Poi esercizio di sintesi, far stare in 140 caratteri una cosa che di norma diluirei in post che non verrebbero manco letti, non che i miei twitt vengano letti, ma mi piace pensarlo.
(La citazione sulla comunicazione di Shaw ve la siete sorbita qualche lunedì fa, non ve la ripropongo)

Poi... finora mi diverte.
Anche se il blog resta il mio sfogo scribendi preferito.

La prova della sintesi?
Facile, andate a leggere questo.
Ora Twitter l'ho privatizzato, quindi ve lo incollo qui sotto.
Ma metterci d'accordo e tosare i prati condominiali tutti lo stesso giorno. Che lo sopporto meglio il baccano, quando lo faccio anche io!^_^

L'anno scorso vi dedicai un intero post, ora appena un sms.
Anche meno.

Semplice no?
Se poi tra un mese lo mollo, come ho mollato facebook, avrò solo finito di giocarci, niente di più.
Sempre che lo molli, chi riceve i miei sms sa bene quanto mi piaccia scriverne.
Troppo.

martedì 29 giugno 2010

Maschilismo...

...non delle reti tv, del pubblico.

Il discorso sul licenziamento di AJ Cook, e il part-time di Paget Brewster,  ha sollevato un curioso argomento.
Sul fatto che vi fosse una sorta di maschilismo da parte della produzione,  ma la realtà è che le case di produzione si basano su quelli che paiono i gusti del pubblico.

Ed è innegabile che i personaggi femminili forti stanno sulle scatole tanto agli uomini, quanto ad alcune donne.
Mentre non capita mai, quasi mai, per i personaggi maschili.

Un piccolo esempio.
Nel forum di Criminal Minds Italia, non tutti sono segnati nei gruppi, i vari fan club.
Ma molti frequentatori sì, e dando una scorsa veloce cosa si vede?
 (aggiornato al 30 giugno 2010)

Aaron Hotchner Fan Club nove iscritti, sarebbero dieci con me, ma penso che resterò nel JJ Fan Club ancora un po',  siamo solo in cinque, e forse poi passo nel Team Fan Club, quattro per ora.
Derek Morgan Fan Club dieci iscritti, e qualcuno non è ancora tornato dopo la nostra piccola protesta interna.
Spencer Reid Fan Club anche qui dieci iscritti, strano avrei pensato almeno il doppio, visti i consensi del personaggio.
Emily Prentiss Fan Club cinque iscritti anche da lei.
Penelope Garcia Fun Club due iscritti.


Giusto da Gideon e da Elle, ormai fuori dal cast da svariate stagioni ci sono meno iscritti, da Elle proprio non ce ne sta nessuno, ma il forum è tornato attivo dalla quinta serie, un po' arduo che vi iscrivessero fan di personaggi che erano solo nelle prime due, vero?

Ah sì, anche da Rossi... che io scherzando ho detto che poteva essere il personaggio maschile sacrificabile, nel senso che quello che fa lui lo lascerei fare ad Hotch e chi se ne accorge che non c'è?
Non ditelo a Mantegna che la penso così sul suo personaggio o mi querela.
Poi l'ho detto scherzando, io non cambierei nessuno del cast.

E quella è la sola cosa che sul forum mette tutti d'accordo, altrimenti tante opinioni divergenti.
Ed è la cosa che mi piace dei forum.
Lo scambio con chi non la pensa come me.
A piccole dosi è piacevole e tiene attivo il cervello, forse.

Anche su argomenti futili.
Ora verrò linciata da quelli per cui i telefilm sono il loro lavoro, anche recensirne le puntate, a chiamare futile il loro lavoro!

È tutta colpa sua...

... se non riuscirò a smettere di guardare CM dopo che sarà uscita di scena JJ.

Di chi? Ma di chi scrive certi post.
Che mi fanno continuamente interessare all'argomento.
La psicologia, non gli omicidi, meglio precisarlo, si sa mai.

Oh oh...spero che Zaub non passi mai di qui, se scopre che le ho dato il ruolo di Malaussené della situazione mi sa che mi fa a striscettine sottili.
Altro che.

lunedì 28 giugno 2010

Mai dire mai

Non avrei mai pensato di farlo.
Però lo sto per fare.

Un link ad un pezzo su CHI... no non dedicato al giornale solo alla fine di una rubrica interna, per scarso ottimismo.

Non ho mai letto quel giornale, e meno male mi viene da aggiungere.
Ho un altro concetto di ottimismo io.
Suppongo che per certi non sia così.
Chissà come mai.

Però chi non usa internet, e non legge altri giornali a parte quelli OS (ottimisticamente schierati)... le scoprirà mai queste piacevolezze?
Non è che mi toccherà pensare che sono fortunati?

Per certi è protettivo non sapere.
Pirandello docet.
No, la citazione Pirandelliana me la tengo da conto per un'altra occasione.

Credevate eh!

Finzioni...

...scrittarielle.

Oh sei di buonumore! Era ora.
Quella è stata la frase di una persona che ha letto una mia minifreddura mentre eravamo su MSN.

E io sono stata ad un pelo dal rispondere: Ma davvero? E tu per una cosa scritta... deduci il mio umore?

Non l'ho scritto perché non avevo voglia di impelagarmi in dissertazioni inutili su come sia sciocco scrivere con finta allegria e quant'altro.
Ho messo lì un: a volte capita.
E non ho più aperto bocca, nel senso di scrivere.

La presunzione di certi è senza limiti, quando potrebbero dire una cosa gentile e magari rincuorante stanno ben lontani, quando ti vedono incacchiato... si avvicinano, per poi potersi lamentare che li hai magari aggrediti verbalmente, perché ad avvicinarsi ad un coniglio inferocito si deve essere ben masochisti.

Sul fatto che io spari freddure con troppa facilità... prima o poi mi ritirano il porto d'armi.
Un bel cerotto sulla bocca ed un nastro ben stretto a legare le dita ed è fatta!

Forse.

Manuale...

...di sopravvivenza.
A volte certe vignette sono proprio quello.

Da tenersi da conto per una certa promessa.
Di cui vi parlerò tra un paio di mesi.
Prima non posso, ci sta il rischio che me la rimangi se ne parlo.
Quindi per ora niente precisazioni, tornerò sull'argomento a fine agosto.

Dite che è troppo tempo e che prima o poi un post mi scappa dalle dita?
Probabile.
Ma non siatene troppo certi, a volte mantengo quello che prometto, solo a volte.
E questa potrebbe essere una di quelle, quasi sicuramente.

Grazie Albo!

Luce, buio e citazioni.

Pensavate davvero di sfangarlo questo lunedì?
Illusi!

Possiamo perdonare un bambino che ha paura del buio. 
La vera tragedia della vita e' quando gli uomini hanno paura della luce. 
Platone
  
Questa citazione venne usata da Hotch in un episodio particolare, era l'ultimo in cui si sarebbe visto il personaggio di Elle Greenaway, l'attrice Lola Gaudini.
Tirarla fuori adesso a pochi giorni dalla conferma di un ulteriore cambio di cast è voluto.
L'ultima puntata della quinta serie si intitola Our Darktes Hour - Le nostre ore più buie - reso in italiano con "il principe delle tenebre", dal nome che viene dato all'SI della puntata.

No, il caso questa volta non esiste.
Al massimo, ieri sera ho ricevuto un involontario suggerimento.
Grazie.
Ed ho verificato da Lolly l'esattezza della citazione.


Di cui ricordavo solo l'ultima parte.
Buona settimana.

domenica 27 giugno 2010

Link colorati!

Hanno notato una cosa.
Che i link cambiano colore.
E che da celesti diventano fuxia quando ci si passa sopra con il mouse per evidenziarli dal resto del testo.

E la domanda è stata semplicemente questa:
"Ma è un caso che sono i colori del fan club di Derek e di quello di Hotch?"

Allora il celeste è stato un caso, nel senso che già i titoli sono blu, e le tonalità di blu e di azzurro sono i miei colori preferiti, magari l'inconscio al lavoro... direbbe una Derek fan che non si capacita di come io possa preferire Aaron Hotchner a Derek Morgan.
Strano io a lei non lo dico il contrario, coi gusti degli altri non discuto.

Ma non è detto che gli altri debbano, o sappiano, usare la medesima cortesia.

Pazienza.

Insomma quando mi sono accorta di aver usato il celeste, e trovando anche ci stesse bene, ho scientemente deciso per il fuxia come indicatore di linkaggio, quello sì per via dell'Hotchner club, visto che i colori rosa e similia non mi piacciono.

La cosa curiosa è stato che nessuno ha detto niente del cambio di sfondo del blog, hanno solo notato la cosa dei link, chiaro... linko troppo, quindi si notano.

Devo linkare meno.
Forse.

21.12.2012

Per me il 21 dicembre del 2012 sarà solo il trentesimo anniversario della morte del mio adorato nonno, fine.

Per quelli che invece si fanno tentare da chi vende libri catastrofistici, fate un salto qui e buona visione.

sabato 26 giugno 2010

Fine...

...la notizia è ufficiale.

AJ Cook lascia, per meglio dire viene costretta a lasciare, il cast di Criminal minds.
Ne da annuncio lei stessa sul suo twitter.

Il personagio di Emily, Paget Brewster, resta, ma non per tutti gli episodi.
Notizia letta qui.

Alcuni fanno il parallelo con le prime due serie, in cui comunque c'era già un cast differente.
Che abbiano preso lezioni, pessime, da certe fiction italiane?

Pazienza.
Sono state comunque 5 belle serie.
Io e il numero 5... no non credo che la spiegherò mai questa cosa.

Buona domenica.

venerdì 25 giugno 2010

Tre...

...lettori o anche meno.

Ma su un certo argomento mi sa che non mollo.
Resterò da sola a leggermi il blog, temo.

La versione in inglese.

Quella in Italiano.

Grazie Faith.

Perchè...

...nella pagina I blog degli altri ci sono un sacco di blogger con prole? (Domanda come al solito fatta in privata sede!)

Ad esempio per questo.

O per questo.

O anche per questo.

Perché poche cose sanno scatenare un po' di risate come certe uscite dei piccoli.
E a volte se ne ha proprio bisogno.

E mi pare che come spiegazione sia sufficiente.
Se non vi basta... pazienza.
Basta a me.

^_^

Punti di vista!

Va bene si era detto niente per post sull'argomento fino a dopo metà luglio.
Ma mi avete mai letta mantenere una promessa?

E poi certe cose devono essere segnalate.

Qualche giorno fa eriadan si interrogava su una cosa, e la risposta di Federica è di quelle da incorniciare.
Poi venne l'argomento trombette da stadio.
Ed infine ieri.
Orecchie innocenti da proteggere, dallo svuotamento del serbatoio della prima vignetta.

Ed ora la mia considerazione, da tiepida calciofila non mi sono nemmeno preoccupata del fatto di non vedere la partita, non ne ho ancora vista nessuna ed ho un fratello che se le sta vedendo tutte, dal mio punto di vista guarda lui anche per me; mi spiace, ma non ci perdo il sonno.

Ma avete presente che non ci saranno altre vignette.

Mannaggia! Mi stavano piacendo.
Paolo, non è che Federica tiene una squadra di riserva per quando non gioca la nostra nazionale?
^_^



Buon fine settimana.

Venerdì citazionistico...

Ogni tanto si cambia.
Che farle solo al lunedì poi diventa un'abitudine.


Il cane che lecca una mano non vede il coltello nascosto nell'altra.   
                                                     (Cavallo Pazzo)

Chissà chi fa del leccapiedismo una professione come prenderebbe questa citazione?
Meglio non saperlo.

giovedì 24 giugno 2010

Meglio...

...fare invidia che compassione.
Era il motto della mia nonna.

Credo che dovrò adottarlo.
Anche perchè della compassione di chi si accorge della sottoscritta solo quando sta nella mer...coledì fino al collo, onestamente non so che farmene.

Che era poi il succo del discorso di Marmotta che ho linkato l'altro giorno.
Chissà se è stato letto? Ne dubito.

Poi senti gente che si lamenta perché non sa se andare al mare o in montagna per le vacanze e a te viene solo voglia di dire: ma andare a fanbrodo no?

Sì sono incacchiata.

Dovrei mettere un cartello sul blog: attenzione mordo!
Magari basta questo post.

mercoledì 23 giugno 2010

E lasciami piangere in pace!

Avere un mal di testa da urlo.
Sapere che ti aspettano otto ore in un frastuono che le vuvuzelas paiono suoni celestiali.
Essere matematicamente certi che sia solo tensione nervosa, e che appena quelle carogne si decideranno ad uscire,  lui se ne andrà dalla porta di servizio senza far rumore.

Sentirle arrivare.
Lasciarle scendere, soffiarsi per bene il naso, ed ad uno sguardo interrogativo replicare.
"Niente è solo allergia!"

"Allergia un corno, hai pianto, cosa è successo?"
"Niente, sto bene."

"Senti, va bene che a volte ti si prende in giro, ma non mi va che stai male."

"Oh senti, era la mia cura personale contro l'emicrania, ora è sparita, me ne vuoi far venire un'altra?"
"Ma stai male?"

"Non più del solito, volevo solo frignare un po' in pace!"

"Sei strana lo sai?"

"Occhio che ti bruci."

"Co... ah ah... l'acqua calda... spiritosa!"

lunedì 21 giugno 2010

Certe volte...

... basta il silenzio.
Ma a volte, viene spontaneo dire qualcosa.
Anche se non si sa mai bene cosa.

E poi ci si pensa e si rimpiange di non essersene stati zitti.
Certe volte.

Forse ho perso una lettrice

Ho notato che il contatore a lato quello che mi dice che nel teorico avrei dieci lettori, ma nel pratico sono tre o quattro, è sceso di un unità.

Forse non le è piaciuta una risposta a questo post.

Forse ha trovato il mio blog troppo stupido, è quella che si era messa a leggerlo dall'inizio, sapevo che sarebbe successo leggendo.

Forse, si aspettava risposte diverse ai suoi commenti, onestamente non rispondo quasi mai quando non ho niente da aggiungere al commento. Spocchiosa e presuntuosa? Mai negato di esserlo.

Forse sperava che ricambiassi e mi segnassi come lettrice, ma io quando commento da qualcuno lo faccio perchè ho qualcosa da dire, mai per una contropartita.

Forse ha solo deciso che non serve seguire pubblicamente, e magari è ancora una lettrice.

Forse ho scritto qualcosa che l'ha infastidita.

In tutta onesta non mi interessa, non faccio collezione di lettori, come altri, pochi ma buoni è sempre stato il mio motto.

Lo è ancora.
Forse.

domenica 20 giugno 2010

Ma te pensa!

Guarda un po' si impara sempre qualcosa.
Io davo per scontato che la festa del papà fosse universalmente il 19 di marzo.
Lo so, sono ignorante.
Per quello vado a leggere cosa scrivono gli altri, ma per colmare le mie lacune dubito mi basterebbe l'intera biblioteca di Alessandria, d'Egitto.
No dico meglio precisarlo, prima che mi arrivino degli alessandrini a dirmi che ne so della loro biblioteca.
Mi riferivo a quella storica.

Torniamo alla festa che da noi cade nel giorno di S.Giuseppe.
In USA ad esempio è oggi.
La cosa curiosa è come l'ho scoperto.

Via twitter.

Roba da passare dagli amici che vivono in USA a chiedere come mai non vi hanno dedicato un post, ma poi mi dicono che sul mio blog non possono leggere.
Al che me ne sto a casina mia, che è meglio.

E poi non è solo in USA che si festeggia in un'altra data.

Ed anche le mamme non sono sempre festeggiate la seconda domenica di maggio.
No che se parlo solo dei papà poi chi la sente la mia mamma!

Quattro uomini sul jet...

... per non parlare dell'informatica a Quantico.

Sperando che Jerome, e gli eventuali eredi, non se la piglino troppo.
Uso a sproposito il titolo di un famoso libro.
(Tre uomini in barca, per non parlare del cane)

Ora sia chiaro, io adoro il personaggio di Penelope, ed è la mia preferita tra le tre donne.
Ma immaginarmela da sola nella squadra? Non esiste più la squadra in quel caso.

E non solo secondo me.

Come già segnalato altrove, qui.
Ecco come sarebbe CM se tolgono due delle protagoniste, un concentrato di testosterone, e per quanto apprezzi la parte maschile del cast, non credo che continuerei a guardarlo se confermano lo scempio.
Proprio no.
Il video è anche qui, nella sua pagina youtube.

Volete scomettere?

Su cosa?

Oh semplice su come verrà data questa notizia ai TG nazionali.

Perché secondo me diranno solo che il giornalista è stato riconosciuto colpevole di diffamazione, senza specificare i dettagli.

Dite che mi sbaglio e che spiegheranno con dovizia di particolari che su quasi due milioni(1.750.000) di euro di danni chiesti,  ne dovrà dare "solo" 16000, per la frase sulle muffe e i lombrichi?
Dite che non taceranno sul fatto che non viene considerata diffamazione, ma diritto di critica giornalistica, il riferimento a certe conoscenze poco raccomandabili?

Allora le fiabe vi piacciono! E ci credete pure.

Ah sì, fanno sapere, sta a fine articolo, che i soldi ottenuti andranno i beneficenza.
Ecco anche di questo vorrei sapere il dettaglio e un vago li do in beneficenza non mi va proprio per niente bene.


Mia cattiveria:
E loro per i danni d'immagine di lombrichi e muffe non pagano mai?
Poverini, a loro nessuno ci ha pensato.

^_^

sabato 19 giugno 2010

Se le fiabe non vi piacciono

Questo è il link che fa per voi.

Per me di sicuro, era un sacco di tempo che non la segnalavo.
Grazie Jane
^_^

venerdì 18 giugno 2010

A proposito...

...di persone con la sensibilità di un carro armato, di cui si parlava giorni fa.

Mia madre molti mesi fa era caduta in casa. Una scivolata e si era ritrovata a terra picchiando malamente un ginocchio, subito portata al pronto soccorso, riscontrata una lesione seria, intervento, settimane di stampelle e terapie in ospedale, dove comunque andava già per problemi pregressi.

Abbiamo, anzi avevamo, un assicurazione per gli eventuali ricoveri, mai usata, ogni anno una sessantina di euro così proforma.
Dato che la cosa era lunga, ci hanno detto di aspettare prima di chiudere la pratica, e va bene aspettiamo.
Intanto la operano, intanto fa le terapie, per quella specifica lesione.
Passano i mesi, lei non è ancora guarita del tutto, ma anche a causa delle sue magagne, allora spiega all'assicurazione che è inutile tenere aperta la pratica, dato che la cosa è diventata cronica.
Loro la mandano dal loro medico legale per la visita.
Da notare che in questi mesi sono sempre state portate tutte le cartelle cliniche relative alle sue cure, dove viene anche specificato che ha delle malattie pregresse, dove sta anche scritto che ha una forma di Parkinson.

Il medico legale sentenzia che non ha diritto ad alcun rimborso in quanto soffriva in precedenza di artrosi.
Bene, ma visto che era cosa nota che una settantenne forse qualche grana la tiene, come mai ci hanno fatto fare una trafila di mesi?

Non contento poi il medico legale, che non vi dico se maschio o femmina, ma di sicuro tiene una sensibilità da panzer tedesco, e spero che i tedeschi non si offendano ma non mi andava di ripetere carroarmato!
Insomma questo esempio lampante di genialità le dice:
"Poi lei non mi ha detto una cosa, soffre di parkinson e con il parkinson si cade!"

Mia madre ha replicato che era scritto sulla cartella medica della sua malattia, e che era scivolata in casa e non caduta in preda ai tremori. E che non aveva certo nascosto niente.
Ma è tornata a casa in lacrime.

Sapete cosa mi fa incazzare?
Che questo medico legale ha anche aggiunto di fare causa all'assicurazione.
Cioè se uno ha i soldi per un avvocato potrà sempre ottenere qualcosa.
Il povero tapino qualunque la prende in quel posto.


Ho fatto un esempio per buttarla sul ridere, chissà se l'assicurazione di Valentino Rossi gli dicesse:
"Ah ma non ti paghiamo il premio per la frattura, perchè si sa che in moto potevi farti male!"

Ovviamente la differenza sta nel costo, noi 60 euro l'anno, lui probabilmente un qualche migliaio al mese.

Il prossimo che mi dice che i soldi non  servono e che l'importante è la salute... lo fa a suo rischio e pericolo.
Perchè di sicuro le malattie e le grane non guardano al portafoglio, ma di certo quando sono cose curabili averci un portafoglio ben fornito aiuta eccome, chissà come mai sono sempre quelli che i soldi li hanno ad avere queste perle di saggezza.
Quasi sempre.

giovedì 17 giugno 2010

Ci sono repliche e repliche.

Quelle del mio telefilm preferito posso perdermele, mi spiace ma sopporto.

Altre invece... se mi avvisano per tempo, come ieri sera santo sms: Paolini su La7!

Grazie!

Avevo la tv spenta e lo avrei scoperto solo oggi leggendo il post di Giapatoi, e mi sarebbe spiaciuto immensamente perdermela, anche se l'ho da qualche parte registrata.
Per uso personale.
Che detta così suona molto male, ma forse no.


^_^

Niente pesce d'aprile in ritardo.

L'avevo messa lì, come battuta.
"Dai ora la produzione gli dice che era un pesce d'aprile in ritardo, o in forte anticipo."

Ma leggendo qui le varie reazioni del cast, non si direbbe proprio.
Grazie del pezzo Lolly.

Scusa ma chi te lo dice che siano proprio gli attori a scrivere la sopra?

Enza... zitta!
Che di paranoica ne basta una su questo blog. ^_^
E avanza pure.
E comunque l'account di Mantegna è certificato.

Mi stai dicendo che qualcuno si è preso il mal di pancia di controllare che sia davvero lui a scrivere?

Già, e visto che segue gli altri, e quando era apparso uno che faceva finta di essere Shemar Moore lo hanno sbugiardato subito, credo proprio che siano loro a gestirseli.

Convinta te... io taccio.

Ho i miei dubbi in proposito, ma faccio finta di crederti, per stasera.

mercoledì 16 giugno 2010

In realtà sarebbe...

...un post serio questo.

Il sarebbe è dovuto alla ragione del post. L'etichetta la in basso che dice Criminal Minds (Sì CM vuole solo dire quello e niente altro, non si capiva?)

Dove sta la serietà?

In quello che ho scritto in due posti, sul mio account di Twitter, eh bhe se non le scrivo lì certe cose non le scrivo da nessuna parte, visto CHI seguo la sopra!

Per una volta che in un telefilm ci sono del personaggi femminili decenti, me li vanno a tagliare? 
E  no cavolo!

E sul forum di Criminal Minds Italia, alla notizia.



Io ho compilato la protesta segnalata da Mantegna.

Forse dovrebbero fare come hanno fatto quelli del cast di Friends, quando si era parlato di dare più soldi ad uno o all'altro, hanno detto che avrebbero scioperato tutti, se non prendevano la stessa busta paga... caso più unico che raro... suppongo.

O magari no, sono affiatati anche loro, mi pare.
ah... se invece è una decisione delle attrici, magari loro stesse dicono alla rete, non fateci fare a stiscioline dai fan e dite che è colpa vostra, allora tutto ok, se invece è proprio la rete che vuole risparmiare... avrei un paio di parolacce da provare a scrivere in inglese!

:-P

Ora scrivo anche sul mio blog, che i miei tre lettori filino a firmare la petizione, o vado a commentare papirescamente nei loro blog!

 Lo so non è carino minacciare. ^_^
E lo so che magari è solo pubblicità, ma sapete mi piacerebbe che restassero, se loro non vogliono andarsene, perché... ok, l'ho scritto sopra non mi ripeto.
E sì, lo so bene che vi sono petizioni di maggiore importanza, da quelle contro la privatizzazione dell'acqua, contro certe leggi che rischiano di lasciarci solo col giornale segnalato qualche giorno fa e tante che ora non segnalo, ma ve lo ricordate vero che io non parlo mai di cose troppo serie.

O vi aveva illusi la mia... serietà nell'argomento che vi ho segnalato ieri?
A proposito, Grazie Nustlù e Ibadeth, ho apprezzato tanto la vostra cortesia.

Edito:
pensierino perfido dopo il primo sbandamento iniziale.

E se fosse tutta una trovata pubblicitaria per tastare il polso ai fan della serie?

Oh... direi che funziona alla grande.
Un applauso ai pubblicitari nel caso.
Lo confesso, sto sperando che lo sia.
Anche perché se proprio devono risparmiare alla CBS potrebbero fare a meno dello spin-off.

Voglio dire, o dipende dalle attrici ed allora tutto ok sono scelte che non si discutono, o mi dispiace assai.

Ah... pensierino perfido bis.
Una petizione per salvare il mio di posto di lavoro non la propongo, come mi ha commentato privatamente un conoscente:
Per te niente petizione, non sei sufficientemente gnocca.
Per JJ e Prentiss invece,vado firmo e torno, no forse non torno!

Oh... ma dico io... niente da dire sulla mia cozzitudine, mai negata.
Ma un po' di cautela a mandarmi certi messaggi, lo sapete che ho un blog.
E che ve li pubblico. ^_^

martedì 15 giugno 2010

Credevo...

... che questo post avrebbe avuto più commenti.

Sbagliai.
Capita, e pure sovente.

lunedì 14 giugno 2010

Ma io come facevo a saperlo?

Cosa?

Ecco prima leggete questo articolo.

E sull'uso del computer e dei giochi elettronici nella prima infanzia, praticamente sono sdoganati per i più piccoli solo i programmi per disegnare.
E disegnare, a parte rare eccezioni, era la sola cosa che lasciavo fare ai cuginetti quando permettevo loro l'accesso al pc.
Unico programma che funzionava, chissà poi come mai, era paint!

Va bene qualche volta abbiamo anche giocato, ma poco.
Chissà se un domani si ricorderanno che li lasciavo disegnare, con il mouse, o se sarò solo quella cattiva che non li faceva divertire schiacciando i tasti a caso?

Temo sarà la seconda, ma non importa.

^_^

"Spiegami...

... che io qui ti avrei immaginata a dargli contro."
Mi ha detto un conoscente, degradato ad amico ormai da tempo... sì, non è detto che la cosa sia una promozione, non con me. ^_^
Riferendosi a questo pezzettino di una puntata, solito telefilm.



In questo spezzone, domando scusa per lo scheletro della prima inquadratura, ma non ho fatto io... l'ho trovato qui.

C'era chi mi ha domandato, visto che sanno come la penso su certe cose, come potesse andarmi giù una frase di Hotchner al suo capo.

Il riferimento al fallimento come madre?
Ma io gli avrei fatto ingoiare le scarpe.
Poco signorile, e poi poche puntate dopo la moglie lo avrebbe lasciato, quindi un bell'esamino sul suofallimento come marito ci stava. (Ed infatti ci sarà :-P)
come a dire: ops... non è che a lui sia andata poi meglio.
Lasciando stare gli spioler sulla quinta serie, grazie!

Però... se andate sui siti del telefilm, lui è un santo e lei, la Strauss, una strega.

Ora, che lei sia decisamente SSDE(Strega, o altro epiteto a scelta, Sapendo Di Esserlo) non ci piove.

Ma su di lui Santo, parola ci sono persone che scrivono che lo vedono come un capo ideale, secondo me dovrebbero chiedere meglio ai suoi colleghi quanto sia ideale, proprio no. (e qui so che passa gente dei forum o siti mi leva dall'Hotchner fan club di volata) niente spioler grazie!

Riferendosi solo a questo stralcio di episodio:

Che difenda alla grande la sua squadra.
Ottimo.
Che non si faccia mettere i piedi in testa.
Perfetto.
Ma non doveva buttare lì quel riferimento da maschilista del cavolo, anzi no doveva, visto il seguito... non avrebbe avuto senso senza questo.
Ma che sia un sogno come capo... manco per idea.

però... mi diverto di più così, mi annoierebbe un personaggio privo di punti che mi fanno dire: ma no!

Che ne sarebbe della mia nomea di bastian contrario?


Però anche te... quando lo perdi sto vizio?

Che vizio?

Difendere gli indifendibili, no dico con JAG mi vai a difendere la Singer qui mi difendi la Strauss... ma come ti infili te nei ginprai, nessuno mai.

Non essere narcisista, qualcuno che farà meglio di noi ci sarà sicuramente.


Narcisista? Non usare quella parola, che sai che ci sta gente che ha lo spavento facile.

^_^

Diffidenze

Diffido di chi si vanta di essere persona sensibile.
Di solito, non sempre ma spesso, sono persone con la sensibilità di un carro armato, ma un eccessiva opinione di se, normalmente catalogabili come permalosi. La loro sensibilità si ferma a ciò che riguarda loro personalmente o le persone che conoscono e non vanno un palmo più in là.

Diffido di chi si definisce persona umile, in alcuni contesti più che di umiltà si tratta di falsa modestia, pure mal mascherata, suona come: diamoci degli stupidi e aspettiamo che passino gli amici a dirci che ci sbagliamo.
Ma non prendetevela se passa anche qualcuno a dirvi: Oh, l'hai capita finalmente.

Diffido di chi trova tempo solo quando fate qualcosa contro qualcuno, e mai per fare qualcosa insieme.

Per gli amici spesso non troviamo cinque minuti, ma per i nemici abbiamo tutto il tempo del mondo.



Ma, ti sei accorta di cosa hai scritto? Sei sicura che non stai diffidando di te stessa?

Enza, più che altro mi è capitato di vedermi specchiata in altre persone -in determinati momenti- e non mi sono piaciuta, proprio per niente.

E comunque era solo per il Lunedì citazionistico.
Buona settimana.

venerdì 11 giugno 2010

Reiterate...

...ripetizioni!

Cosa? Queste.
Hai la voglia a dire notizie datate... con questo giornale.

Non l'avevate mai notato? Nemmeno io.

Buon fine settimana.

mercoledì 9 giugno 2010

E poi ci si chiede...

... come mai non mi piace il calcio.

Questa sera dovevano andare in onda delle puntate della seconda serie di CM, e ne avrei approfittato per tediare una mia conoscente, per un determinato argomento di una delle puntate.
Quindi lei probabilmente ringrazierà i mondiali in arrivo, forse.

Siccome domani sera andrà in onda il concerto inaugurale dei mondiali, hanno anticipato a stasera quello che sarebbe normalmente andato in onda al giovedì.
Giustamente, sia mai detto che una cosa in replica sia più importante di certe dirette.

Però raidue un'altra cosa la continua a mandare in replica, al sabato... ed è al terza serie di NCIS... mentre fino a due settimane fa, quello era il posto delle repliche di CM, che ora viene sospeso. Non potevano lasciarlo al sabato, mannaggia a loro.

Parte la quadriennale cura contro l'osteoporosi.
Un mese di calcio.

Un intero mese.
Sarà che me lo fanno subire anche troppo nel corso dell'anno.
Sarà che preferisco le Olimpiadi.
Sarà che volevo vedermi quelle tre puntate.
Ma non avrò problemi ad ascoltare il consiglio dell'allenatore della nazionale.

Ha detto: Se poi vinciamo, non crediate di salire sul carro dei vincitori.

E se lo dice uno che viene da Viareggio, di carri loro se ne intendono.

Non scrivero un solo post sull'argomento.
Già questo è troppo.


Appunto, non pubblicarlo.

Piantala Enza.

martedì 8 giugno 2010

Potere alla sintesi

Quando con soli 140 caratteri si riesce ad esprimere un semplice concetto.
Quelle sì che sono soddisfazioni.

Cosa dico?

Leggete qui.

E no, non ve lo dico chi è che ama farmi i conti in tasca.
Chi ci conosce intenda, gli altri incamper!

Bruciavano...

...in tasca.

Durante la gita a Milano mentre aspettavo l'autobus ho visto sull'asfalto luccicare qualcosa.
Non c'erano macchine, era proprio vicino al marciapiede e mi sono chinata a raccoglierlo, era una moneta.
Una signora lì vicino mi guardava e le ho detto:
Pittosto li do in beneficenza, ma di lascarli finire nel tombino con la prima pioggia non mi va.
Lei ha sorriso e mi ha detto: Dicono che porti fortuna.

Non ho capito se doveva portarmi fortuna l'aver trovato 20 centesimi per terra, o il fatto di fare beneficenza.
Fatto sta che quando sono scesa in metropolitana il primo che ho incrociato a chiedere l'elemosina glieli ho dati.

La cosa strana dove sta?
Io di solito non ne faccio.
O mi rivolgo ai centri apposta con una donazione, o non do niente, per tutta una serie di ragioni.
Ma tenermi quelli non potevo, non dopo che avevo detto che li avrei dati in beneficenza.

Il colmo è stato vedere le facce della gente intorno a me quando ha visto cosa avevo fatto, come se fare la carità fosse da poveri scemi, premetto che visto le ruberie di certi preferisco di gran lunga darli a chi spero li usi bene.
Ma quelle occhiate di compatimento, confesso che mi hanno dato fastidio.
Insomma era dalle mie tasche che erano usciti a loro non avevo mica chiesto niente.
Perché gli dava così tanto fastidio?

O forse io vi ho letto il fastidio, perché son io la prima a non farlo mai?
Probabile.

Nonsololunedì...

... le citazioni.

In casa d'altri mi capita di farne anche nei giorni a caso.
E pure senza mai variare soggetti, sempre da là vado a pescarle.
Prima o poi Bernero e soci mi grigliano.

E magari pure Lolly.

lunedì 7 giugno 2010

Ripetute...

...segnalazioni.

Già ci sono blog che segnalo più volte, come li ho chiamati sabato alcuni (s)fortunati si sorbiscono i miei papireschi commenti e accluso spesso ci sta linkaggio.

Perchè certe cose vanno segnalate, almeno ai miei lettori che so essere persone curiose quanto me.
Altrimenti non gironzolerebbero sul blog di un coniglio, vero?

Quando poi il post è numerato 72.... capirete che io, fissata con i miei numeri, nel senso di data di nascita che a darli i numeri mi viene anche senza scriverlo... non potevo perdere l'occasione.

Il post è di quelli seri, che merita un attenta lettura.
E la predisposizione giusta.
Perché la precisazione?
Perché sì, Zaub sopporta i miei deliranti commenti da troppo tempo perché io non stia attenta quando invito a leggere da lei.

Quale sarebbe la predisposizione giusta?
Zaub stessa lo spiega bene nelle sue regole, che ovviamente aiutano ad evitare i miei innumerevoli errori.
Ed ha anche creato ad hoc una pagina per chi deve scrivere per forza, come me, e finisce invariabilmente con l'andare fuori tema.


Visto che brava sono*, vi avviso anche di come evitare di far incavolare troppo l'autrice.
Ora sta a voi seguire o meno i miei con(s)igli.

Buona lettura.




*Lo so chi si loda s'imbroda, spetta che vado a prendere il bavaglino.

Guarda che ha ragione lei!

Il titolo è quello che mi ha detto, a voce, un'amica che ha letto il mio post di sabato 5 giugno.

-Ha ragione perché te sei un asso a provocare, ed è impossibile credere che non lo fai apposta, anche quando non ti riesce.

-Ha ragione perché se non la volevi provocare invece di un post specifico avresti dovuto segnalare solo il blog e lasciare che la gente leggendo, non solo quella cosa precisa, si facesse la sua opinione.

-Ha ragione perché io lo so quanto ti secca quando copiano il tuo lavoro, tu di lavoro fai altro e questo passatempo anche venisse copiato non può darti la stessa noia di quelli che lo fanno come esercizio per il proprio futuro mestiere.

-Ha ragione perché ti conosco da ventisei anni, e tu sei ancora una dodicenne su certe cose, cresci che sarebbe ora.

-In sintesi: Hai cercato e hai trovato, ben ti sta!

Non scherzo mi ha proprio fatto una tirata.

Siamo amiche perché siamo entrambe di poche parole, mi pare ovvio.
E sì, gliel'ho chiesto il permesso di usare quello che mi ha detto, ho solo omesso un paio di cosette, che potevano farla identificare, da altri oltre che dai nostri compagni di scuola alle medie.
Che certe cose le tolleriamo solo dagli amici di vecchia data, gli altri verrebbero depennati alla velocità della luce dalla lista amicizie, no... non ho una lista, era per dire.



Poi mi domandano come mai una delle mie massime preferite sia:
Dagli amici mi guardi Iddio, che ai nemici ci penso io.

Oh ed oggi è anche lunedì.
La citazione casca a fagiuolo.

Scusa ma se **** passa e precisa che non te le ha mica dette oggi quelle cose lì?
O deve pensare che la massima serviva a lei e non a te?


Enza... Secondo te io domenica ho avuto tempo di scrivere?
E credi che *** non lo sappia che la massima vale per entrambe, come ha detto lei mi conosce da troppo e troppo bene.
Vattene... che è meglio.

Vado, vado.
Però tanto torno. Sempre.


Lo so, non lo sapessi ma lo so.

Guarda che ti arriva sul serio una denuncia per plagio.
Quella è una becera scopiazzatura.


Te ne vai o no?

^_^



****E il post qui finiva fino a ieri sera*****

Piccola nota a margine, ieri sera Eka ha cancellato il suo blog, - non per causa mia quello lo so per certo - spero non per sempre mi auguro che abbia solo privatizzato i vecchi post, ed ha scritto un pezzo che... pare che io con il post di oggi la copio.
Peccato che io questa cosa l'avessi scritta l'altra sera arrivata a casa, poi mi sono detta che la citazione andava bene il lunedì ed ho programmato il post per poi.
Anche perché avevo scritto anche troppo tra sabato e domenica.

Cosa?

Scuse non richieste accuse confermate?

Un momento, ma se voi aveste la netta sensazione che un vostro scritto possa passare per una presa in giro, o peggio una copia, non avvisereste del fatto che non era intenzionale?
Capirei se non avessi letto da Eka e me ne accorgevo solo dopo.
Ma ho letto domenica sera da lei, e so che effetto potrebbe avere il mio post.

Non dire niente sì che sarebbe una provocazione.
Secondo me.

domenica 6 giugno 2010

L'intervallo è finito.

Dico di là all'album.

A conferma...

... di quanto detto ieri sera.

Vi segnalo un post, e il blog ora sta nella solita paginetta a far compagnia a tutti gli altri.

Buona lettura

sabato 5 giugno 2010

<---------Indicazioni------>

I blog che mi incuriosiscono prima o poi li segnalo, se mi piacciono.
Quelli che non mi piacciono non verrano mai e poi mai segnalati da me, parlatene bene o male basta che se ne parli lo prendo alla lettera e segnalo solo quello che anche solo di striscio mi piace, mai il contario.

Quindi un lettore abituale sa bene che se segnalo qualcuno non è mai per parlarne male, ma solo per parlarne.

Gran chiacchierona che non sono altro.

Ci sono quelli che vengono segnalati una volta e poi mai più, perché magari non seguendo quotidianamente me ne scordo, al che vengono sistemati nella paginetta a lato, che viene periodicamente aggiornata.

Ci sono quelli a cui sono particolarmente affezionata e li segnalo spesso, tipo eriadan e pochi altri (s)fortunati.

Ci sono quelli che segnalo perché blogspot a volte rompe e non me li lascia indicare come piace a me, Tommi ad esempio.

Ci sono quelli che... mettono certi post che sono calamite per la mia logorrea.

E finiscono segnalati quando meno se lo aspettano.

Mai però la segnalazione è fatta per riceverne una in cambio, a segnalarmi ci penso da me, e lo sanno anche troppo bene.

Ogni tanto mi domando se qualcuna delle mie segnalazioni è stata gradita, no, non al proprietario del blog, solo al lettore.

E a volte me lo dicono.

"Grazie della segnalazione."

Oh sapete che mi viene sempre da rispondere: Grazie a te che hai letto.

Vizio di ex-commessa, al cliente che diceva grazie per il resto o per la spesa passata al di là del bancone si replicava sempre:
Grazie a lei.

E a volte lo faccio ancora.
Imprinting

(Konrad Lorenz avrebbe potuto obbiettare che la sua Martina era molto più sveglia di me, ma son dettagli!)

Esempi

A volte si seguono determinate cose perché così viene insegnato.
Si chiama dare l'esempio.

Ora gli USA non sono certo un modello di virtù sotto svariati aspetti, a voi la scelta dei lati negativi.

Ma dal punto di vista dell'agonismo sportivo, almeno secondo il poco che ne conosco io, potrebbero insegnare e parecchio.

Perlomeno a leggere certe cose.

No, ci saranno anche lì gli scalmanati, anzi sicuramente ci sono, ma diventa difficile non fare paragoni poco lusinghieri quando si vedono da noi città in assetto da guerriglia urbana per una partita.

A meno che ora non passino amici dagli USA dirmi che la è un incubo e che non so di cosa parlo.
E avrebbero anche ragione, a dirmi che non ne so niente, mai stata là.

Certi sogni è meglio che restino tali.

^_^

Quando...

... vado a cercare rogne in giro per gli altrui blog.

Aggiunta:Nel senso di scrivere commenti in casa d'altri: noiosi e fastidiosi.
E non cercare liti, precisazione d'obbligo dopo un piccolo malinteso, sinceramente Eka: Non volevo provocarti, era solo un modo di dire.


Chi cerca trova dicono.
Ogni tanto leggo questo blog, non è segnalato nella pagina apposita, ma penso che presto ce lo metterò.

Oggi sono capitata su questo post specifico.

E sono rimasta colpita da due righe, in fondo alla parola edit.
Non sono di certo la parte importante del post, erano giusto una precisazione dell'autrice, un po' scazzata di trovare imitazioni del suo lavoro in giro per il web.

Io che ho la presunzione di credere che di cose originali ce ne siano ben poche, e sicuramente mi sbaglio, la presunzione lo fa quasi sempre.
Non ho resistito a dire la mia, ovviamente chi mi conosce sa che non ho modi simpatici, leggete i commenti e capirete.

Perché non vi do un estratto?
Perché preferisco che leggiate le parole esatte, scritte di getto, ad un copia ed incolla con correzioni.

Buon fine settimana.

venerdì 4 giugno 2010

Ma cosa fai se...

... ti dovessi trovare davanti l'attore che fa Hotch?

Mi ha chiesto un amico via sms, dopo aver letto il post di ieri.

Mia replica a stretto giro di sms, se twitter mi diverte in fondo la ragione è anche questa, ci sono abituata.

"Probabilmente un infarto mi seccherebbe sul posto seduta stante, però diamine, morirei felice!"

Che avrei dovuto replicargli secondo voi?

Ho anche intitolato un post, con un video a lui dedicato, collaudo coronarie; mi pareva che dicesse già tutto.

Cautela inutile

È quello che mi è venuto in mente leggendo questo articolo.

Come se i ragazzini avessero bisogno dell'account di Facebook per ficcarsi nei guai.

O come se... non si facessero mai le cose anche senza il permesso dei genitori.

Uh no... a disobbedire e ad essere dei mezzi delinquenti sono sempre i figli degli altri.

Avevo 16 anni, facevo la commessa in un negozio, tra un cliente e l'altro capitavano le mamme con la prole, e mi divertivo a coccolare un poco le piccole pesti.
Una di queste mamme mi disse:
"Si vede che ti piaccioni i bimbi."
Io feci una faccia buffa, facile è la mia, al piccino che rideva tra le mie braccia e le dissi questa frase.

"Sì coccolarli qualche minuto, o ore, al giorno mi diverte, l'idea di doverne crescere uno non mi attira manco di striscio!"

Della serie, chi lo dice che crescendo si cambia?
Io resto dello stesso parere, ma non è mica certo che io sia cresciuta, proprio no.

Però non manco mai di sgridare, come una vecchia zia, quando vedo che sui forum si scambiano dati sensibili, cavolo non lo sai chi sta leggendo, un minimo di prudenza e buon senso.

Già... fosse facile.

giovedì 3 giugno 2010

no così...

... tanto non ve lo dico!



Questo video lo hanno messo online lo scorso anno, pochi giorni dopo che era andata in onda l'ultima puntata della quarta serie di CM, quindi lo possono vedere anche quelli che non hanno ancora visto la quinta.

Mi piaceva la canzone, salvavo solo quella del film.... visto una volta sola e manco al cinema, non ditelo agli attori, sia mai che ci restino male, un momento... diteglielo!

Così visto che avevo voglia di rivedermi un pochino Hotch... non vi dico come inizia la quinta serie tranquilli.

E chi non vuole scoprirlo eviti di leggere i commenti, che la moderazione esiste solo nei post più vecchi di una settimana, gli altri... finiscono online e se capitano commentatori come oggi da Elasti... arrivano anche gli spoiler.(Anche se lì sono tentativi di spioler su Lost)

Quindi, guardatevi il video, e non leggete il resto.
Se invece non vi piaceva manco la musica del film e non vi piace niente di CM, non guardatevi manco il video.

Io vi ho avvertiti.

^_^

mercoledì 2 giugno 2010

Discussioni casalinghe...

...sui massimi sistemi o giù di lì.

Oggi è festa nazionale, bene buon 2 giugno a tuti.

Questa mattina ero uno straccetto da gettare al macero, ma appena ho sentito aria di discussione interessante mi sono rianimata, uno psicologo con me farebbe affari d'oro altro che.

Sento la seguente frase:
"È sempre stato lì."
E quest'altra:
"La maggioranza ha sempre ragione."

E mi accendo come un cerino, magari fuori mi trattengo, ma mica tanto, ma in casa... non esiste che non dico la mia.
Sì lo so, poveretti.

"Guardate che sono tante le cose che sono cambiate, e con la cosa del è lì da sempre onestamente non la trovo proprio una buona scusa.
E sulla maggioranza, faccio un solo esempio, moltissimi dittatori sono stati eletti da una maggioranza, almeno all'inizio... sicuri di voler dare ragione anche a loro?"

"Ma il fatto è che..."

E giù un lungo pippone, non siamo di poche parole in famiglia, si capiva vero?

Li ho lasciati parlare, non mi piace essere interrotta per cui - quando me ne ricordo - evito di interrompere gli altri.
E no non ve lo propongo cosa hanno detto loro, erano cose che ai tg o similia sentite di continuo, luoghi comuni a raffica sulla sacralità del Cristianesimo.
Per la serie, la mitridatizazione di cui si parlava tempo fa... è già qui da un pezzo.

Poi sono arrivata con il mio di papiretto.

"Chiariamo una cosa, a me non da noia il crocefisso, ma mi da parecchio fastidio che ci si preoccupi di quello che è un simbolo, e così si distoglie l'attenzione dal fatto che nelle scuole le cose che mancano sono ben altre.
E questo vale sia per chi lo vuole levare, che per chi lo difende ad ogni costo.

Mi sembra tanto un'abile manovra per distogliere dal resto.

E ci caschiamo! Tutti o quasi."

Fine papiretto, scende un silenzio inquietante.
Si guardano l'uno con l'altro e poi.

"Meno male che stavi male, pareva un post fatto e finito!"

"Grazie dell'idea!"

Peccato che non c'era mio fratello, almeno avrei avuto un appoggio, su questa cosa la pensiamo alla stessa identica maniera o quasi.
Però le mie idee le difendo anche da sola.
Poche e magari confuse, ma le difendo lo stesso.

Il problema quando stai in una famiglia dove puoi dire sempre e comunque la tua, e che poi ci provi anche fuori a dire come la pensi, e lì... cavolo se è difficile quando sei da solo.

O quasi.

martedì 1 giugno 2010

Il momento è arrivato!

Che momento?
Quello da me accennato qualche tempo fa.

Non credevo sarebbe accaduto così presto, invece ecco improvvisamente non sono più invisibile.
E con che soddisfazione poter dire: Scusa, ho da fare.
Non ho tempo per queste scemate.

E basta.
Non serve aggiungere altro, poche cose arrivano a segno come poche parole pacate e tranquille.
E non mi interessa se non mi rivolgerà più la parola, essere cercati solo se si ha bisogno?
Non da me.

Meglio di niente dice qualcuno.
Io dico meglio niente.

Non sarà per tutti, ma è per me.
Asociale che non sono altro.

Controlli

Chi la (s)fortuna di lavorare con me lo sa bene, sono troppo rapida con le freddure.

Un giorno, passa uno degli addetti al controllo qualità, sto semplificando che a scrivervi sempre uno dei capi poi mi andate in confusione, e controlla il macchinario, mi vede guardarlo e mi spiega:
"Sono passato a controllare quante teste funzionano."

Dovevo solo stare zitta e fare un cenno di assenso, in fondo aveva risposto ad una mia muta domanda. (Che fai qui?)
Invece io zitta mai: "La mia no di sicuro..."

Non chiedetemi cosa sono le teste, che io a spiegare non sono capace.
Però la battuta era troppo ghiotta, servita su un piatto d'argento.
Forse pure un po' scontata.

Però l'addetto era arrivato serio e mogio, che deve essere una pizza mica da ridere controllare tutti i macchinari -non doveva guardare solo il mio-  e mentre se ne andava sorrideva.
Ho un futuro come cabarettista involontaria.

Che quando mi servirebbero le battute mica mi vengono, vedi certe figurine di mercoledì collezionate negli anni, ma quando non le cerco... eccole!
Per fortuna mi è sempre andata bene che chi le subiva di solito o le ignorava, santi ho dei santi colleghi, o le trovava divertenti.
Prima o poi... trovo quello/a sverso/a che mi dice il fatto mio a trovare sempre lati divertenti di tutto, o quasi.

E allora forse la pianto, ma solo forse,  non sperateci troppo.